giovedì 21 febbraio 2019

Nuova location per il pizzaiolo Emanuele Marigliano chiude la sua pizzeria, Da Salvatore a Parete e si trasferisce a Lusciano



Emanuele Marigliano chiude la sua pizzeria “Da Salvatore” a Parete e si trasferisce a Lusciano in una rinnovata struttura con oltre 180 coperti




LUSCIANO (CE)–Dal prossimo lunedì 25 febbraio la cittadina dell’aversano di arricchirà di una nuova pizzeria di qualità.

Infatti, il pizzaiolo Emanuele Marigliano ha da pochi giorni chiuso la sua pizzeria a Parete per trasferirsi, quindi, in una nuova struttura a Lusciano.

Per la nuova location della sua pizzeria “da Salvatore” Emanuele si è spostato di pochissimi chilometri (Parete e Lusciano sono cittadine casertane confinanti, ndr.), ma non ha badato a spese… in quasi 500 mtq la nuova location della pizzeria della provincia di Caserta conta ben 180 coperti(130 interni e 50 esterni, per il solo periodo estivo, ndr.)tre forni (di cui uno dedicato al senza glutine, ndr.) ed una sala di degustazione da 16 coperti, dove la clientela verrà coccolata in maniera particolare.

“Questa pizzeria era il mio sogno –esordisce commosso Emanuele Marigliano, mentre ci mostra in esclusiva la sua nuova struttura- il sogno di un pizzaiolo che ama il suo lavoro.

Io sottraggo tanto tempo alla mia famiglia, passando tante ore in pizzeria, e per me i clienti sono dei cugini dei familiari.

Per loro e per me –continua Emanueleche è napoletano doc in quanto originario di Scampia, ndr.avvertivo l’esigenza di una nuova location con tutti gli attuali confort.

Voglio ringraziare, quindi, tutti i miei collaboratori e la mia famiglia, in particolare mia moglie, senza la cui pazienza nulla sarebbe stato possibile”.



La nuova location della pizzeria “da Salvatore” è veramente interessante ed accattivante. Come entri in pizzeria trovi alla tua destra i due forni tradizione e di faccia quello riservato alla pizza senza gliutine. Come entri un attimo più dentro vieni rapito dal contrasto della luce bianca delle lampade a led che si si “specchia” al contrario con la luce calda dei faretti della sala di degustazione, che si trova appena entri a sinistra. 

I colori predominanti dell’intera pizzeria sono l’azzurro ed il bianco e gli arredi ricordano quelli delle barche del mare di Napoli proprio in onore al papà di Emanuele in quanto Salvatore era un portuale.

Quella di Emanuele Marigliano è una storia semplice, la storia di un ragazzo perde presto il padre, Salvatore appunto, ma non perde la voglia di combattere.

A 16 anni inizia a lavorare in una pizzeria, prima come garzone, poi come fornaio ed, infine, come apprendista pizzaiolo.

L’11 gennaio 2015 realizza il suo primo sogno, aprire una pizzeria tutta sua e lo fa a Parete (CE) appunto e la dedica a suo padre.

Lo scorso 17 febbraio 2019, quindi, il buono Emanuele lavora per l’ultima volta nella sua pizzeria di Parete… il resto è storia recente, ossia storia futura di domenica 24 febbraio.

Nella sua nuova location di Lusciano il buon Emanuele Marigliano ha pensato di non chiudere mai.

Infatti “da Salvatore” sarà aperta 7 giorni su 7 (ma solo di sera), mentre il venerdì ed il sabato la pizzeria della Terra di Lavoro sarà aperta sia a pranzo che a cena.

Domenica 24, quindi, dalle ore 20 in poi ci sarà l’inaugurazione al pubblico.

In bocca al lupo Emanuele…

 

Pizzeria “da Salvatore”

di Emanuele Marigliano

Viale della Libertà n° 104

81030  Lusciano

Tel.: 3299764077

mercoledì 20 febbraio 2019

Nasce la pizza dedicata ai pastori sardi con pecorino sardo dop alla pizzeria Magma

Nasce  la pizza #iostoconipastorisardi con pecorino sardo dop alla pizzeria Magma


Pizza #iostoconipastorisardi alla pizzeria Magma

In questo mondo di spaccature e rancori c’è sempre più bisogno d’amore e di dialogo. La squadra della pizzeria Magma continua sulla via della solidarietà e sulla volontà di fare rete con le piccole aziende. Su questo leitmov, Ciro Di Giovanni, proprietario delle piscine Sakura di Torre del Greco e della pizzeria Magma, ha voluto dedicare una pizza ai pastori sardi messi in ginocchio da un mercato spietato e poco attento alle storie difficili o al tracollo di piccole imprese e lavori artigiani. Dietro un fallimento lavorativo ci sono vite che vanno allo sbando e alla disperazione, dice Ciro, che ben conosce la tragedia della perdita del lavoro in seguito al fallimento dell’albergo e piscine Sakura del quale era dipendente. Con enormi sacrifici, ha voluto rilevare la struttura della Piscina Sakura, presente a Torre del Greco dagli anni settanta, punto di riferimento importante per i torresi e molti vesuviani che qui si sono incontrati, innamorati, hanno festeggiato momenti significativi della propria esistenza. Nasce così la pizza #iostoconipastorisardi,un piccolo segno di solidarietà e rispetto verso il lavoro di queste persone, portato avanti esclusivamente dal grande amore per l’identità del proprio territorio



La pizza è preparata con pecorino sardo, cipolle di Montoro di Nicola Barbato, pepe e basilico. In abbinamento la pizzeria Magma propone la birra artigianale Serrocroce Ambrata, azienda fortemente voluta per la bellissima storia di rinascita della famiglia di Vito Pagnotta alla quale è legata. La cipolla di Montoro è dell’azienda agricola di Nicola Barbato, uomo di terra che ha saputo rilanciare e valorizzare questa storica coltura del proprio paese che lentamente stava scomparendo. Cosa può fare una pizza? Forse poco, forse tanto, l’idea di partenza ha già in se un progetto di speranza e unisce più territori segnati pesantemente dalla crisi che i veloci cambiamenti dei mercati e della politica provocano in maniera spietata.

La pizza #iostoconipastorisardi si presenta ufficialmente giovedì 21 febbraio alle ore 19,30 presso la pizzeria Magma in via Enrico de Nicola 28 a Torre del Greco.

www.sakuraclubpiscina.ittel. 393 2635172

Emanuele Marigliano chiude a Parete e trasferisce la sua pizzeria a Lusciano



Emanuele Marigliano chiude la sua pizzeria “Da Salvatore” a Parete e si trasferisce a Lusciano in una rinnovata struttura con oltre 180 coperti


 

LUSCIANO (CE)–Dal prossimo lunedì 25 febbraio la cittadina dell’aversano di arricchirà di una nuova pizzeria di qualità.

Infatti, il pizzaiolo Emanuele Marigliano ha da pochi giorni chiuso la sua pizzeria a Parete per trasferirsi, quindi, in una nuova struttura a Lusciano.

Per la nuova location della sua pizzeria “da Salvatore” Emanuele si è spostato di pochissimi chilometri (Parete e Lusciano sono cittadine casertane confinanti, ndr.), ma non ha badato a spese… in quasi 500 mtq la nuova location della pizzeria della provincia di Caserta conta ben 180 coperti(130 interni e 50 esterni, per il solo periodo estivo, ndr.)tre forni (di cui uno dedicato al senza glutine, ndr.) ed una sala di degustazione da 16 coperti, dove la clientela verrà coccolata in maniera particolare.




-Questa pizzeria era il mio sogno –esordisce commosso Emanuele Marigliano, mentre ci mostra in esclusiva la sua nuova struttura- il sogno di un pizzaiolo che ama il suo lavoro.

Io sottraggo tanto tempo alla mia famiglia, passando tante ore in pizzeria, e per me i clienti sono dei cugini dei familiari.

Per loro e per me –continua Emanueleche è napoletano doc in quanto originario di Scampia, ndr.avvertivo l’esigenza di una nuova location con tutti gli attuali confort.

Voglio ringraziare, quindi, tutti i miei collaboratori e la mia famiglia, in particolare mia moglie, senza la cui pazienza nulla sarebbe stato possibile”.

La nuova location della pizzeria “da Salvatore” è veramente interessante ed accattivante. Come entri in pizzeria trovi alla tua destra i due forni tradizione e di faccia quello riservato alla pizza senza gliutine. Come entri un attimo più dentro vieni rapito dal contrasto della luce bianca delle lampade a led che si si “specchia” al contrario con la luce calda dei faretti della sala di degustazione, che si trova appena entri a sinistra. 

I colori predominanti dell’intera pizzeria sono l’azzurro ed il bianco e gli arredi ricordano quelli delle barche del mare di Napoli proprio in onore al papà di Emanuele in quanto Salvatore era un portuale.

Quella di Emanuele Marigliano è una storia semplice, la storia di un ragazzo perde presto il padre, Salvatore appunto, ma non perde la voglia di combattere.

A 16 anni inizia a lavorare in una pizzeria, prima come garzone, poi come fornaio ed, infine, come apprendista pizzaiolo.

L’11 gennaio 2015 realizza il suo primo sogno, aprire una pizzeria tutta sua e lo fa a Parete (CE) appunto e la dedica a suo padre.

Lo scorso 17 febbraio 2019, quindi, il buono Emanuele lavora per l’ultima volta nella sua pizzeria di Parete… il resto è storia recente, ossia storia futura di domenica 24 febbraio.



Nella sua nuova location di Lusciano il buon Emanuele Marigliano ha pensato di non chiudere mai.

Infatti “da Salvatore” sarà aperta 7 giorni su 7 (ma solo di sera), mentre il venerdì ed il sabato la pizzeria della Terra di Lavoro sarà aperta sia a pranzo che a cena.

Domenica 24, quindi, dalle ore 20 in poi ci sarà l’inaugurazione al pubblico.

In bocca al lupo Emanuele…

 

Pizzeria “da Salvatore”

di Emanuele Marigliano

Viale della Libertà n° 104

81030  Lusciano

Tel.: 3299764077

martedì 19 febbraio 2019

Med Cooking 2019, la prima tappa a Castellammare di Stabia



Avvio alla prima tappa di Med Cooking 2019, il 24 e il 25 Marzo a Castellammare di Stabia. 




Tra i protagonisti della tappa stabiese gli chef stellati Gennaro Esposito e Mauro Uliassi. 




Con il duo stellato anche lo chef stabiese Maicol Izzo ai fornelli di Piazzetta Milu'.



Ma sono tanti i nomi importanti che il 24 e 25 marzo saranno protagonisti dell'appuntamento. Informare, promuovere e tutelare per “alimentare il Mediterraneo” parte da queste linee guida l’edizione 2019 del Mediterranean Cooking Congress, evento organizzato dalla società By Tourist, giunto alla VI edizione ed itinerante sulle coste del Mediterraneo. I protagonisti di questa edizione sono l’acqua e la pesca, in un’ottica di marketing territoriale per “tutelare il mare, alimentando il Mediterraneo”. 



Tra i protagonisti della tappa stabiese già confermati: Mauro Uliassi, 3 stelle Michelin di Senigallia. Hilde Soliani, l’artista dell’Olfatto e del Gusto. 







Nino Di Costanzo, 2 stelle Michelin del Dani’ Maison di Ischia. Gennaro Esposito, 2 stelle Michelin di La Torre del Saracino di Vico Equense. Domenico Iavarone del Jose’ Restaurant di Torre del Greco. Pietro D’Agostino, 1 stella Michelin di La Capinera di Taormina. Vincenzo Guarino del ristorante CastaDiva Resort & Spa del lussuoso cinque stelle Mandarin Oriental sul Lago di Como. Alfonso Porpora del brand innovativo Pastabar Leonessa. Maicol Izzo 1 stella Michelin di Piazzetta Milù di Castellammare di Stabia. 



Interverranno Enzo Vizzari, Direttore de Le Guide di L’Espresso, Nerina Di Nunzio di Food Confidential e La7, Cinzia Scaffidi, vice Presidente nazionale di Slow Food, Edoardo Raspelli di Mela Verde, Santa Di Salvo de Il Mattino, Fausto Arrighi già direttore per 23 anni della Guida Michelin e tanti altri protagonisti del mondo del Gusto.




Ci saranno momenti dedicati a laboratori per istituti alberghieri e pizzaioli e allo sport educativo con 


Michele Armano del Gambero Rosso e gli esperti dell’Associazione Pizza Napoletana Gourmet, Aniello Sammarco e Dario Sautto di EsucationalSport.eu e 30Nodi Magazine, e la Lega Navale di Castellammare di Stabia; 

appuntamenti dal cibo al teatro di Scarpetta e Viviani con il giornalista Giuseppe Di Giorgio di Il Roma. “Un evento di estrema importanza per la città di Castellammare di Stabia” – racconta il Sindaco Gaetano Cimmino – “grazie al supporto della società By Tourist abbiamo avviato l’iter per la candidatura delle 28 sorgenti stabiesi a Patrimonio Naturale Unesco e siamo in attesa di conferma da parte dei referenti ministeriali. I prossimi 24 e 25 marzo si accenderanno i riflettori su una risorsa idrica importante per il nostro eco- sistema intervenendo in prima linea, creando una sinergia unica tra pubblico e privato, contribuendo alla tutela della risorsa Mare, fondamentale per l’economia della nostra città e del nostro Paese. Durante la kermesse sarà avviata la raccolta fondi a favore dei progetti dell’associazione Mare Vivo e del Ministero all’Ambiente per la tutela della risorsa Mare. Per l’occasione sono state coinvolte associazioni artistiche e ambientaliste locali e nazionali, associazioni e scuole di cuochi territoriali e delle varie regioni italiane, produttori e operatori del settore, istituti scolastici di scuola media superiore con progetti di formazione già in corso negli istituti alberghieri del Sud Italia. “Cultura culinaria, tradizione gastronomica, rispetto dell’ambiente e tutela del mare; sono questi gli ingredienti messi in campo per Alimentare il Mediterraneo” - racconta Luisa Del Sorbo, ideatrice del Med Cooking Congress – “ e come sempre da 6 anni, navigheremo sulle coste del Mediterraneo. 

Le tappe di Med Cooking 2019:

Castellammare di Stabia il 24 e 25 marzo 

Venezia il 30 settembre

Taormina il 28 ottobre

Il momento congressuale si svolgerà in navigazione verso la Grecia il 1 ottobre, per poi tornare in Sicilia dove tra lo Stretto di Messina, Taormina e Etna ci saranno come ospiti gli chef di ben 10 nazioni del Mediterraneo”.

sabato 16 febbraio 2019

Al via il contest Pomorosso d’Autore – Sani e Mediterranei




Al via il contest Pomorosso d’Autore – Sani e Mediterranei

MySocialRecipe e La Fiammante insieme per promuovere 

la cucina della salute e del benessere.

 

Fuoco alle idee! Torna Pomorosso d’Autore col suo carico di novità e riparte la sfida ai fornelli per professionisti e appassionati del Food

Al passo con l’attenzione crescente alle materie prime e alle filiere, all’equilibrio e alla leggerezza dei piatti, al recupero del modello mediterraneo per una sana alimentazione, tema della quarta edizione del contest di MySocialRecipe e La Fiammante è il valore nutrizionale della buona cucina, condensato nel titolo “Sani e Mediterranei”, che è anche lo storico payoff dell’azienda conserviera. 


Pomodoro  d’Autore – Sani e Mediterranei perché oggi più che mai la cucina migliore è legata al benessere, alla salute e alla prevenzione. Un tema che conferma e rilancia l’approccio innovativo del format, che coniuga la promozione dell’autentico made in Italy e delle migliori filiere italiane con la necessaria creatività di procedimenti, tecniche di cottura e abbinamenti.

Bando alla mortificante “cucina del senza”, largo alla bellezza di piatti sani e, insieme, appetitosi! Cerchiamo ricette accessibili, piatti POP, perché la salute riguarda tutti e tutti – rustici o raffinati, ricchi o poveri, esperti o neofiti – “siamo quello che mangiamo”.

 

Come ogni anno, MySocialRecipe – unica piattaforma che certifica l’originalità delle ricette – garantirà la tutela e la diffusione delle proposte autoriali; La Fiammante – marchio di punta di una filiera etica certificata ed eccellenza conserviera a Buccino (SA) – offrirà ai finalisti la straordinaria opportunità di partecipare al “Viaggio del Pomodoro”, un itinerario dai campi alle cucine alla scoperta dell’universo dell’oro rosso italiano, tra antichi tesori da riscoprire e avanguardie del gusto, con le ricerche condotte dall’Università “Federico II” di Napoli. 

 

Per partecipare al contest è necessario ideare e realizzare RICETTE ORIGINALI che impieghino POMODORO IN CONSERVA quale INGREDIENTE PRINCIPALE: sono ammesse tutte le varietà (Tondo, S. Marzano dell’Agro Sarnese Nocerino, Pomodorino del Piennolo del Vesuvio, Corbarino, Pachino, Pomodorino Giallo, ecc.) e tutte le tipologie di lavorazione, purché in conserva (al naturale, passata, polpa, pelato, ecc.).

 

A differenza che negli altri vegetali, infatti, la cottura (indispensabile nella conservazione) aumenta l’apporto nutrizionale del pomodoro: il LICOPENE, principale responsabile della sua azione antiossidante, risulta maggiormente “biodisponibile” (disponibile all’assimilazione) dopo la cottura, perché le sue molecole hanno bisogno di essere spezzate per attivarsi e combattere i radicali liberi. 

 

La conserva di pomodoro è, dunque, la massima espressione del potere salutistico del pomodoro, grande alleato nella prevenzione dei tumori e delle patologie cardiovascolari e, più in generale, nella protezione delle cellule dall’invecchiamento.

 

Per partecipare, come ogni anno, è necessario iscriversi MySocialRecipe e registrare gratuitamente le proprie creazioni.

Due le CATEGORIE di accesso al contest: CUOCHI e PROFESSIONISTI -FOODBLOGGER e APPASSIONATI chesi sfideranno lungo due percorsi paralleli, che porteranno i finalisti di entrambe le categorie alla finale.

Due le FASI web del contest con un limite massimo di 2 RICETTE ORIGINALI per ogni partecipante, sia nella prima che nella seconda fase, e l’obbligo di esprimersi in 1 ricetta dolce e 1 ricetta salata.  

 

Il vincitore assoluto per la categoria CUOCHI e PROFESSIONISTI e il vincitore assoluto per la categoria FOODBLOGGER e APPASSIONATI saranno scelti mediante una GARA di cucina nel corso del tour dedicato ai finalisti. 

 

Novità assoluta di quest’anno, la campagna “PORTA UN AMICO”: tra gli iscritti che avranno invitato un amico ad iscriversi al contest sarà estratto a sorte in DIRETTA Facebook il fortunato che, indipendentemente dal punteggio ottenuto, avrà la possibilità di partecipare al Viaggio del Pomodoro assieme ai finalisti e ai giurati.

 

Coerentemente con il focus della quarta edizione del contest, l’equilibrio nutrizionale della ricetta si aggiunge ai criteri di valutazione: un punteggio “bonus” assegnato da Francesca Marino andrà a sommarsi ai giudizi ottenuti in Giuria dalle ricette.

 

Nuova anche la Giuria presieduta da Luigi Franchi (fotografo, giornalista di enogastronomia, direttore di “Sala & Cucina”) e composta da Christian Torsiello (enfant prodige campano, chef stellato Osteria Arbustico di Paestum), Lara De Luna (giornalista Repubblica Sapori) Francesca Marino (biologa nutrizionista, giornalista, Ceo di Mysocialrecipe), Riccardo Melillo (graphic and food photographer, Italia a Tavola), Shamira Gatta (food e travelblogger, vincitrice uscente del Pomorosso d’autore - In sugo veritasnella categoria Foodblogger e Appassionati) e Fabio Gallo (cuoco pluripremiato, vincitore uscente del Pomorosso d’autore - In sugo veritas nella categoria Cuochi e Professionisti).

Media Partner dell’iniziativa Luciano Pignataro WineBlog, Italia a Tavola.

giovedì 14 febbraio 2019

Grande successo per il Gala L’Amore è promosso da Maridy Comunication per sostenere il Progetto Ludoteca




Grande successo per l’VIII edizione de L’Amore è..” il Charity Gala promosso da Maridì Communication, diretto a sostenere il Progetto Ludoteca della LILTNAPOLI, attivato presso l’Istituto dei Tumori “Pascale”. 


(Foto Gino La Gatta)


L’evento, condotto dalla giornalista MaridìVicedomini si è svolto martedì sera 12 febbraio, nella splendida cornice di Villa Domi ed ha visto come special guest, premiati con un prestigioso riconoscimento dal Prof Adolfo Gallipoli Presidente Lilt Napoli, autorevoli esponenti del mondo dello showbiz e della cultura italiana quali Pier Francesco PingitorePrincipe della satira italiana”, Maria Rosaria Omaggio, attrice, in veste inusuale di autrice di un libroun volume dal titolo “Il Linguaggio di Cristalli, Gemme e Metalli”- Edizioni Mediterranee Maurizio De Giovanniscrittore, Antonio Rivastilista Haute Couture, il maestro Giacomo Rizzo che ha festeggiato gli ottant’anni ed i settantadue di carriera, varcando il palcoscenico ad appena otto anni. 




Accanto a loro, la scenografa costumista Graziella Pera, la cantante attrice Anna Capasso e Marta Krevsun, conduttrice televisiva ed un parterre di alto profilo del mondo partenopeo, dal Console di Bulgaria, avvocato Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale accompagnato dalla moglie Rosy, alla scienziata di fama mondiale Annamaria Colao, al Console del Nicaragua, avvocato Gerry Danesi, al penalista Antonio Emilio Krogh. La serata si è articolata tra momenti di moda e di spettacolo. In passerella un esclusivo defilè con una capsule delle collezioni 2019 by Antonio Riva quali Petals” intesa come leggerezza e seduzione, come multiforme sfumatura di colore, gioia ,sofisticata e sussurrata eleganza e “Fil Rouge” che delinea, racchiude e dal quale prende il sogno a colori del maestro milanesedi unire con sapiente delicatezza, lo stile tipico della Maison conosciuta in tutto il mondo a “Le Rouge”, tonalità per eccellenza ed elemento  d’impatto per le singolari sfumature degli abiti. Ed ancora, riflettori puntati sui magnifici gioielli, preziosissimi nei materiali, unici nel design di un brand internazionale di alta gioielleria, “Chantecler” forte di una storia affascinante nata a Capri, perla del Mediterraneo, che da oltre settant’anni ha preservato e perpetuato nel tempo un’eredità unica, legata ai suoi fondatori, Salvatore Aprea e Pietro Capuano, grazie anche al suo direttore creativo, Maria Elena Aprea, che puntualmente si ispira a tutto ciò che caratterizza l’isola azzurra con la sua lussureggiante bellezza ed i suoi colori unici. 




A completare il quadro “Moda”, il maestro pellicciaio Umberto Antonelli che ha presentato un’anteprima della prossima collezione autunno Inverno 2019/20 dei suoi capi pregiati dalle nuance brillanti e la manifattura artigianale. Ampio spazio anche alla cura del benessere psico-fisico dell’individuo con le tecniche più innovative ed efficaci e sempre meno invasive del “Mago della chirurgia plastica” Ivan La Rusca ed i “Love Gift” for Health & Beauty proposti da “Claia”, Centro Esteticodi Giorgia Bertoni, situato in pieno centro del Vomero. In scena anche il Food & Beverage con le “dolcezze di Maxtris Confetti, le specialità regionali e nazionali della nota pasticceria salernitana “Dolce e Caffè di Aniello e Clorinda Esposito e la degustazione della linea Cialde del Caffè Kamo articolata in quattro selezionatissime miscele, Kamo Tulima, Kamo TamboraKamo Fuego, ispirate alla denominazione di noti vulcani del mondo accanto alla miscela Kamo Decache esula dalla logica dei vulcani. Emozionante, il momento dell’estrazione a sorte dei cadeaux “Chantecler destinati a coloro che nella circostanza, hanno devoluto un contributo volontario alla LILT NAPOLI ai quali è stata donata anche una mini bag di juta con le cialde del Caffè Kamo.




Da menzionare, infine, tra i partner dell’evento, lo Studio Legale Ferrara Dentice De Dominicis, operativo da oltre 30 anni a Napoli ed a Milano in materia di responsabilità medica, diritto assicurativo e diritto di famiglia, puntualmente sensibile al discorso di solidarietà verso le fasce più deboli e la “Banca Stabiese”, Banca Etica per eccellenza, sempre vicina alle iniziative ed ai progetti a sfondo sociale, soprattutto della LILT NAPOLI ed in perfetta linea con la mission sociale della manifestazione, il Programma di Assistenza Domiciliare “Amiamo Gli Anziani”, Società Coop.Sociale-OnlusGran finale con dinner buffet al suono del Live applauditissimo di Giulia Ligorio, vera artista “prestata” al mondo del Diritto. Visti, tra centinaia di invitati, Antonella Ciriello, Paola Mazzuccato, Andrea Raffaelli, Annalisa Calabrese, Roberto TurràDario e Daniela Giordano, Pippo Russo, Fabrizio Faggiolo, Giulio Ferlaino, Grazia Beneduce, Livia Maisto, Daniela Sabella, Maria Teresa Stile, Enrico e Carmen Bonelli, Giuseppe e Vanda Mirante,Paola De Giovanni, Simona Gallipoli, Maria Francesca Cattaneo della Volta, Roberto e Diana De Laurentiis, Luigi e Patrizia Ferrandino, Maria Teresa Iannuzzo, Ida Carla Canale, Marinella Scorciarini Sforza, Paola Fragalà, Valentina De Giovanni, Vincenzo e Beatrice De Notaris.        




(foto Gino La Gatta)


PRESS OFFICE & MANAGEMENT: MARIDI VICEDOMINI

MOB: 338-2259860 333-9921506

EMAILmaridyvicedomini@gmail.com

www.maridicommunication.it