mercoledì 20 marzo 2019

SUNRISE FASHION SHOW ELES COUTURE

SUNRISE FASHION SHOW ELES COUTURE

Sarà Tosca D’Aquino, eclettica e vulcanica attrice partenopea che spazia con disinvoltura e professionalità dal teatro all’audiovisivo, mietendo puntualmente grandi successi, la Special Guest di “SUNRISE”, il Fashion Show by Eles Couture in scena venerdi 29 marzo, ore 20.  al Grand Hotel Excelsior di Napoli. In passerella la nuova collezione Primavera Estate2019 della stilista Ester Gatta, “Artista” a 360 gradi, che per l’occasione si è ispirata ai raggi benefici del sole che irradiano di luce e di positività l’alba di un nuovo giorno, dando spazio ad una nuova espressione di vita. Protagonisti in passerella, 30 abiti esclusivi sartoriali, preziosi nei tessuti, perfetti nei tagli, frutto della creatività e dell’estro, tipici della cultura mediterranea. 

La tavolozza colori varia dal giallo ocra, all’ambra, all’oro, nuance ispirate ai bagliori del Sole accanto al rosa pallido ed al nero basic

I tessuti quali l’organza, la duchesse in seta, il taffeta, il mikado, il tulle in seta ed il pizzo macramè, spesso vengono adoperati impreziositi da ricami realizzati rigorosamente a mano con micro-cristalli e micro-paillettes.

Accessori: copricapi con cristalli swarowski

 

PRESS OFFICE: MARIDI’ COMMUNICATION

Maridì Communication Maridì Vicedomini
Mob: 338/2259860  333 /9921506 

Mail maridyvicedomini@gmail.com  
www.maridicommunication.it

martedì 19 marzo 2019

Al Gran Caffè Gabrinus per la festa di San Giuseppe, scuola di zeppola, per apprendere il dolce tipico della festa del papà




Festa di San Giuseppe. Al Gambrinus chiunque potrà imparare come realizzare una zeppola e preparare la propria. Borrelli e Simioli: “Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”


“Dopo la maxi zeppola, la scuola di zeppola. Il bar Gambrinus raddoppia e, in occasione del 19 marzo, festa di San Giuseppe, apre a tutti coloro che vogliono apprendere i segreti del dolce tipico della festa del papà. Si potrà imparare come realizza una zeppola e preparare la propria sotto la supervisione dei maestri pasticcieri del nostro bar”. Lo annunciano i proprietari dello storico caffè di piazza Trieste e Trento, Michele Sergio e Massimiliano Rosati. “La vigilia della festa di San Giuseppe al Gambrinus è stata caratterizzata dall’iniziativa della maxi zeppola da 84 chili, un vero e proprio record. Il 19 marzo si proseguirà con l’iniziativa della ‘scuola di zeppole’. 
Un’attenzione doverosa per un dolce tipico, iscritto all’albo dei prodotti tradizionali” “Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”, affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli, che hanno confermato la loro partecipazione all’evento.





Festa di San Giuseppe. Al Gambrinus chiunque potrà imparare come realizzare una zeppola e preparare la propria. Borrelli e Simioli: “Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”

“Dopo la maxi zeppola, la scuola di zeppola. Il bar Gambrinus raddoppia e, in occasione del 19 marzo, festa di San Giuseppe, apre a tutti coloro che vogliono apprendere i segreti del dolce tipico della festa del papà. Si potrà imparare come realizza una zeppola e preparare la propria sotto la supervisione dei maestri pasticcieri del nostro bar”. Lo annunciano i proprietari dello storico caffè di piazza Trieste e Trento, Michele Sergio e Massimiliano Rosati. “La vigilia della festa di San Giuseppe al Gambrinus è stata caratterizzata dall’iniziativa della maxi zeppola da 84 chili, un vero e proprio record. Il 19 marzo si proseguirà con l’iniziativa della ‘scuola di zeppole’. Un’attenzione doverosa per un dolce tipico, iscritto all’albo dei prodotti tradizionali” “Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”, affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli, che hanno confermato la loro partecipazione all’evento.

lunedì 18 marzo 2019

Smile Party a Villa Domi il 28 marzo, la serata organizzata nel segno della solidarietà per sostenere i clochard




SMILE PARTY FOR CLOCHARD  28 -03-2019 VILLA DOMI NAPOLI

 

Sostenere i clochard che vivono una esistenza ai limiti della sopravvivenza: questa la missionsociale dello Smile Party che si terrà giovedi’ 28 marzo ore 20,30 Villa DomiNapoliDeus ex machina dell’evento, “Smiling”, ovvero l’associazione culturale presieduta dal regista Enzo Acri, vicepresidente la dottoressa Daniela Sabella.




In apertura, un welcome cocktail, seguito da una cena place con un menu ispirato alle tradizioni gastronomiche del golfo partenopeo e, per finire, le coinvolgenti note della disco music , modulate dal noto dj Daniele Tozzi. Tanti gli ospiti, esponenti del mondo dello spettacolo che si alterneranno sul palcoscenico, interpretando performance artistiche al fine di condividere una serata promossa ed organizzata nel segno della solidarietà per i più deboli. Particolarmente significativa, nell’ambito della kermesse, l’attribuzione di targhe di riconoscimento per il forte impegno nel “sociale, a rappresentanti di spicco del mondo dell’impresa e del professionismo; in particolare, saranno premiati: Vito Grassi, Presidente dell’Unione Industriali di Napoli, l’Onorevole Gianluca CantalamessaAntonio De Jesu, Questore di Napoli, Ubaldo Del Monaco, Colonnello Comandante Comando Provinciale di Napoli, Roberta Gaeta, Assessore comunale ai diritti alla cittadinanza ed alla coesione sociale, Vincenzo Cozzolino, responsabile Caritas Diocesana Napoli, Angela Capezzuto, imprenditrice, Anna Di Biase,Volontaria, Responsabile di Società per Amore, Elisa Russo, Presidente dell’Associazione La Forza delle Donne, mentre verranno consegnati due attestati a Ludovica Carpino, Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni Questore di Napoli e ad Angelo Mazzagatti, Ufficio Stampa  e pubbliche relazioni comando provinciale Arma dei Carabinieri. Per chiunque volesse partecipare, per acquistare il biglietto e ricevere ulteriori informazioni può contattare il numero+39- 333 4731182.

 

 

 

 

PRESS OFFICE: MARIDI’ VICEDOMINI

MOB 338-2259860  333-9921506

E.MAIL maridyvicedomini@gmail.com

www.maridicommunication.it

 

venerdì 15 marzo 2019

Si accendono nuovamente i riflettori sul premio Il Sognatore, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, con sei premiati di spessore a Villa Domi il 16 marzo 2019




 Sabato 16 marzo 2019, alle ore 20,00, presso Villa Domi – Sala Bianca (via Salita Scudillo, 19/A, Napoli)in una bella serata-evento (ad inviti) si  accendono i riflettori per  la IV edizione del premio "Il Sognatore", istituito dal giornale Lo Strilloche gode del patrocinio del Comune di Napoli e che verrà consegnato a  6 personalità che, secondo il parere insindacabile dell’organizzazione, sono dei sognatori, o per il loro percorso di vita, o perché hanno fatto sognare gli altri, o perché hanno realizzato i loro sogni. Il premioconsiste in un’originale e caratteristica scultura realizzata dal noto maestro Armando Jossa. I premiati di questa quarta edizione sono,in ordine alfabetico, il violinista elettrico internazionale e cantante Andrea Casta, richiestissimo nei locali più “in” d’Europa grazie al suo violino che è diventato elettrico e colorato, l’imprenditrice Remigia Luana Cavazzuti, sempre al fianco delle donne nell’ambito sociale e lavorativo, l’attore Mario Ermito, volto noto delle fiction e rivelazione dell’ultima edizione di Tale e Quale Showla cantante, attrice e scrittrice Miranda Martino, che ha portato in giro per il mondo, con la sua stupenda voce, la melodia partenopea e che ha realizzato il sogno di essere una delle più apprezzate attrici teatrali italiane ed una ottima scrittricel’ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano Pino Porzioa cui andrà il Premio Il Sognatore - Mimì De Simone, dedicato alla memoria del nostro mitico direttore e fondatore de Lo Strillo la cantante, attrice, conduttrice e pittrice Elisabetta Viviani, artista completa, beniamina dei bambini grazie alla sua hit Heidi, icona della Disney, appassionata di operette, conduttrice ufficiale del Bimbofestival e apprezzata pittrice. Nel corso della seratacondotta dal direttore responsabile AnnaMaria Ghedina e dal vice direttore Antonio D’Addio, ci saranno vari momenti di spettacolo, gli intermezzi musicali saranno curati da Pepito SaxElisabetta Viviani, molto attesa anche la performance del mentalista Luca Volpe, direttamente da Detto Fatto, la trasmissione in onda nel pomeriggio di Rai Due, condotta da Bianca Guaccero, saranno presenti anche la vulcanica Lucia Cassini, che ha scelto tale manifestazione per fare il suo ritorno ufficiale nel mondo dello spettacolo dopo un breve forzato allontanamento per motivi di salute, la scrittrice Isabella Rosa Pivot, volto noto della televisione, e il modello e attore Nicola Coletta. Un ringraziamento va a chi ci ha consentito la serata ovvero Villa Domi con il suo patron Domenico ContessaIl Grand’Hotel San Francesco al Monte Residenze d’Epoca, Nausicaa istituto di Bellezza, la Boutique Keave, la cooperativa dei Fiori e Mercato dei fiori di Ercolano, 3DI Eventi Service e Audio di Diego di Domenico, ASD Social Event Promotion, ENSI Tour, Panico Gioielli, Glemart Grafica e Stampa. Prevista la partecipazione di personalità del mondo dello spettacolo, della cultura, del giornalismo, dell’arte e dell’imprenditoria, che hanno già confermato la propria presenza, ma che manteniamo top secret per non rovinare le sorprese.

 

 

 

 

giovedì 14 marzo 2019

Ristorante Da Zi Teresa, al Borgo Marinari, , una lunga storia fatta di mare, di cuore e di mani.




Esser diventato un’ assaggiatrice  del cibo” mi ha permesso di girare alla scoperta di ristoranti e trattorie. Un incredibile numero di piatti, proposte, creazioni, abbinamenti, delusioni, che hanno contribuito ad affinare il mio palato e raccogliere indirizzi “affidabili”.




Oggi vi parlo di un posto ove sono stata in varie occasioni e ho mangiato sempre bene. 

Domenica una giornata di sole con un po’ di vento, io e mia figlia Barbara dopo la mattinata a spasso tra le mura antiche del  Castel dell’Ovo, l’ imponente castello di Napoli che si trova sull’isolotto di Megaride, laddove si sviluppa il Borgo Marinari, a un certo punto mi è venuto un certo languorinoe ho proposto di andare a mangiare pesce  al ristorante “ Zi Teresa”,  un posto spettacolare proprio sul mare. Siamo state accolte con grande cordialità dalla proprietaria e chef resident Carmela Abbate, al timone di questa nave gastronomica, una garanzia ineccepibile. Ci siamo accomodate al tavolo in terrazza, di fronte il Castel dell’Ovo,  che ha aggiunto ancora di  più una bella atmosfera.




Questo ristorante fa parte dellla storia di Napoli da decenni, una lunga storia fatta di passione per il mare, per il cibo, con la qualità immutata nel tempo, una capiente  carta dei vini, e in bella mostra  in vetrina i dolci tradizionali napoletani: pastiera, babà, caprese. 




Il menù offre tante prelibatezze pronte a soddisfare i palati più esigenti: dal crudo di mare ai primi, dai secondi al dessert. Varie tipologie di pesce (anche alcune particolari) freschissimo e di buona qualità. Piatti preparati con eccellenti ingredienti 









Noi abbiamo mangiato antipasti: polipettielli del pignatello e frittatina di calamarelle, di seguito  una grigliata di mare, una frittura mista di calamari e gamberi e chiusura in dolcezza con il babà crema e fragoline. 

Tutto perfetto, una nota di plauso per i calamari, così come il servizio e la cortesia del personale. 

Dora Chiariello 


Ristorante Zì Teresa

Via Borgo Marinari 1 Napoli

tel:0817642565 

mercoledì 13 marzo 2019

Si espande e viaggia tra le note come un refrain la nuova apertura a Napoli: Riff locale a degustazione musicale




Nel cuore del quartiere Chiaia, più precisamente in Via Giuseppe Martucci 87, giovedì 14 Marzo 2019 inaugura il Riff.

Il Riff nasce dalla voglia di mettersi in gioco, dall’energia di una famiglia, i cui componenti hanno unito le forze per giungere alla realizzazione di un progetto innovativo. L’idea nasce, probabilmente, in una calda giornata d’estate, quando Andrea Giannino, titolare e barman del Riff, coinvolge la mamma Emanuela, il papà Roberto e la sorella Alessia, in un’avventura, che mai nessuno avrebbe immaginato di intraprendere.






Il Riff non è il solito baretto, ma un lounge bar pensato ad hoc per rispondere alle esigenze di un pubblico giovane, sempre più attento alla qualità delle materie prime. L’idea è quella di unire la passione per il “bere bene” e la musica. A partire dal nome: il riff infatti è una frase musicale che si ripete di frequente all’interno di una composizione. E il nome del locale è inciso all’interno di un plettro musicale, divenuto il logo del locale stesso. Ogni dettaglio è pensato per rievocare la buona musica di un tempo. I particolari del Riff sono frutto dell’estro creativo di Roberto, padre di Andrea: dal sottobicchiere al menù, dall’insegna ai quadretti. In quello che è il contesto musicale del locale, lo stile industrial è l’elemento che calza a pennello. Ci si dimentica per un momento di essere a Napoli e con la fantasia ci si ritrova in una vecchia fabbrica americana degli anni ’50, riadattata a bar. Lampade vintage a sospensione, mattoncini, tubi dell’acqua che fuoriescono dalle mura: questi sono solo alcuni dei tratti distintivi di questo stile. Al Riff in questa atmosfera un po’ retrò, sarà possibile sorseggiare cocktail e vini di qualità, accompagnati da taglieri e stuzzichini vari, con un piacevole sottofondo musicale. 

Giovedì 14 marzo l’inaugurazione sarà aperta al pubblico con uno special price: cocktail + shot 5 euro, accompagnato da un free buffet.